MIUR: pieno sostegno alla promozione digitale della ricerca e innovazione

pubblicato in: News | 0
Al via una serie di attività che ha come protagonisti i 29 progetti italiani vincitori dei bandi PRIMA 2018.

Insieme alla pubblicazione su agricultura.it di una rubrica interamente dedicata ai progetti italiani vincitori dei bandi PRIMA 2018, su PRIMA Observatory on Innovation, l’Osservatorio digitale sulla ricerca e innovazione nel settore dello sviluppo agrifood e gestione delle risorse idriche, si racconteranno le storie di innovazione valorizzando i più recenti risultati della ricerca nel campo dello sviluppo agroalimentare nell’area del Mediterraneo.

Il Segretariato Italiano di PRIMA dà inizio così ad un percorso di valorizzazione e promozione che trova anche il pieno supporto del MIUR, principale partner italiano del programma PRIMA.

«Sono molto lieto di questa iniziativa volta a valorizzare i progetti finanziati da PRIMA e il lavoro dei ricercatori che vi sono impegnati – commenta Giuseppe Valditara, Capo Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (MIUR). “Il MIUR sostiene fortemente la Partnership in quanto finalizzata a tre esigenze da noi ritenute prioritarie: promuovere la crescita dell’intera area mediterranea, favorire la solidarietà fra paesi europei e del Nord Africa, rendere sempre più centrale il ruolo dell’Italia in uno scacchiere per noi strategico entro quella diplomazia della ricerca più volte auspicata da questo Ministero. La promozione, anche tramite l’informazione digitale, delle esperienze dei nostri ricercatori va certamente nella giusta direzione».

Il percorso di promozione digitale ha il suo fulcro e punto di partenza nella piattaforma digitale PRIMA Observatory on Innovation POI, osservatorio che raccoglie i migliori progetti di ricerca, innovazione e formazione nel settore agroalimentare e risorse idriche: al suo interno il magazine “Seeds of Innovation“, una vetrina narrativa di storie positive che valorizzano il legame tra la ricerca e l’innovazione e le ricadute positive per il tessuto sociale, economico, ambientale.

«Il Segretariato Italiano di PRIMA – sottolinea Angelo Riccaboni, presidente della Fondazione PRIMA – è impegnato in molteplici iniziative per promuovere il programma PRIMA. La comunicazione digitale è uno strumento fondamentale, un alleato chiave per valorizzare e divulgare i risultati di ricerca e le soluzioni innovative. Per questo stiamo avviando una serie di attività, come quella con agricultura.it, che vedono protagonisti i 29 progetti italiani vincitori dei bandi PRIMA 2018. Accanto alla piattaforma digitale POI vogliamo diffondere e condividere pratiche e conoscenze collegando il mondo della ricerca e dell’innovazione con agricoltori, finanziatori e nuove generazioni di imprenditori. Il racconto di storie di innovazione sui canali digitali favorirà il coinvolgimento anche del pubblico più vasto e ne stimolerà indirettamente la consapevolezza e l’interesse verso tematiche di sviluppo sostenibile per società più prospere e inclusive».

Condividi