PONZA PRIMA MED: verso un nuova agenda comune Euro_med post Covid19

pubblicato in: News | 0

La Rete Italiana per il dialogo euro-mediterraneo capofila in Italia della Fondazione Anna Lindh, in collaborazione con la Fondazione PRIMA, il Segretariato italiano di PRIMA, The Union for the Mediterranean-UfM, i Comuni dell’Arcipelago Pontino organizza il seminario sull’iniziativa “PONZA PRIMA MED” che si svolge online il 13 maggio 2020.
L’evento, in prosecuzione della conferenza

Il Prof. Angelo Riccaboni partecipa all’evento che, in prosecuzione della conferenza internazionale che si è svolta il 23 settembre 2019, sull’isola di Ponza e l’incontro istituzionale tenutosi il 6 dicembre presso il Ministero degli Affari Esteri in Italia, intende celebrare il 25 ° anniversario della Dichiarazione di Barcellona e lanciare, durante la seconda edizione dell’evento “PONZA PRIMA MED” (in programma per l’11 settembre 2020), un nuovo manifesto Euro-Mediterraneo sull’ambiente, i cambiamenti climatici, l’economia circolare e il cibo, alla luce dell’impatto della pandemia Covid-19.

L’isola di Ponza ha un significato simbolico: qui Altiero Spinelli, un oppositore politico del regime fascista, iniziò segretamente a redigere il suo Manifesto per un’Europa libera e unita, prima di essere deportato nella vicina isola di Ventotene, nella prigione di Santo Stefano. Ispirata da questi principi e valori, l’iniziativa ha l’obiettivo di mettere Ponza al centro simbolico del dialogo e della cooperazione euromediterranei.

In stretta collaborazione con la rete Italiana per il Dialogo Euro mediterraneo (RIDE), PRIMA offre il proprio contributo illustrando come, ancora più in questo periodo di crisi, la ricerca e l’innovazione siano volani per uno sviluppo sostenibile dell’area e per la creazione di società mediterranee più inclusive, prospere e resilienti.

Info ride.mediper.eu/it
Condividi