Sostenibilità, Innovazione, Redditività le basi per la giusta ripartenza del settore agrifood secondo la ministra per le Politiche Agricole, Teresa Bellanova e il presidente della Santa Chiara Lab-Università di Siena e della Fondazione PRIMA, Angelo Riccaboni

pubblicato in: News | 0

·      La Ministra per le Politiche agricole Teresa Bellanova interviene all’evento digitale “Scenari e prospettive delle imprese agroalimentari fra sostenibilità e innovazione” (22 luglio) organizzato dal Santa Chiara Lab dell’Università di Siena che ha presentato i risultati della ricerca con più di 100 aziende ed esperti

·      Riccaboni: “Governance internazionale, sicurezza alimentare, innovazione tecnologica e organizzativa i temi strategici per il settore, per ripartire in modo giusto e sostenibile”

22/07/2020. “Nel titolo della vostra iniziativa c’è il senso della sfida del prossimo futuro per il settore agroalimentare italiano” così la Ministra per le Politiche agricole Teresa Bellanova ha aperto l’evento digitale “Scenari e prospettive delle imprese agroalimentari fra sostenibilità e innovazione” già in diretta web dalle ore 17, organizzato dal Santa Chiara Lab dell’Università di Siena, che ha presentato i risultati dell’indagine a cui hanno risposto imprese e istituzioni per comprendere gli scenari dell’agrifood italiano.

“Per il futuro del sistema agroalimentare italiano” ha proseguito la Ministra Bellanova, “è necessario conciliare sostenibilità, innovazione e reddittività”. E ha aggiunto: “Abbiamo bisogno di accompagnare la transizione ecologica di tutte le nostre imprese, senza lasciare fuori nessuno; la ricerca, lo sviluppo di soluzioni innovative devono mettere al centro le esigenze e le richieste delle aziende. Le aziende devono iniziare a conoscere di più e meglio gli strumenti concreti che possono contribuire a tutelare il loro reddito e a rendere più moderna e sostenibile la produzione alimentare. Sono convinta che l’Italia deve portare in Europa idee, proposte, un modello di distintività che è fatto di sostenibilità sociale, economica e ambientale.”

La Bellanova ha concluso il suo intervento: “Sappiamo che dobbiamo fare il massimo sforzo contro la crisi climatica così come sappiamo che l’agricoltura deve essere parte della soluzione in una stretta alleanza con il consumatore perché da lì passa molta parte del futuro del cibo europeo e mondiale. Mettere insieme mondo accademico, imprese e cittadini sarà una chiave decisiva per un vero rilancio”.

Angelo Riccaboni, Presidente del Santa Chiara Lab e della Fondazione PRIMA: “I dati emersi dall’indagine evidenziano la strategicità di tre tematiche per il settore: una governance internazionale più ampia capace di controllare la sostenibilità delle produzioni alimentari; la sicurezza alimentarel’innovazione tecnologica e organizzativa. L’innovazione sarà fondamentale, in particolare, per conciliare le profonde trasformazioni richieste in termini di sostenibilità ambientale e sociale con la salvaguardia delle condizioni di redditività dei produttori e dei trasformatori. L’accordo sul piano di prestiti e sussidi del Consiglio UE per uscire dalla crisi rappresenta un’occasione preziosa per il comparto agrifood per diventare più digitale, inclusivo e sostenibile, valorizzando, allo stesso tempo, la figura dell’agricoltore, come custode del territorio e attore centrale delle nostre filiere”.

Per vedere le due video testimonianze:

Angelo Riccabonihttps://youtu.be/kRVq3SPkPac

Teresa Bellanova: https://youtu.be/vT_qHVv8iKc

L’evento digitale organizzato dal Santa Chiara Lab dell’Università di Siena ha presentato i risultati della ricerca che ha coinvolto più di 100 aziende ed esperti: governance internazionale, sicurezza alimentare, innovazione tecnologica e organizzativa i temi cruciali per ripartire in modo giusto e sostenibile.

Per seguire l’evento In diretta web ore 17 del 22 luglio:

https://www.youtube.com/watch?v=MhRhVOKw6cw

https://www.facebook.com/santachiaralab.unisiena/videos/301244847737229/

Al centro del dibattito l’innovazione tecnologica e organizzativa nell’ottica della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, in linea con gli Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, il New Green Deal Europeo e la Strategia Farm to Fork.

Partecipano al dibattito: Angelo Riccaboni, presidente Santa Chiara Lab, Paolo Glisenti, Commissario Generale Italia per Expo Dubai, Marta Antonelli, direttore ricerca Fondazione BCFN, Paolo Bonaretti, vice presidente Cluster Agrifood Nazionale, Paola De Bernardi, Università di Torino, Massimo Iannetta, ENEA, Rosanna Zari, agronoma, Francesco Mastrandrea, presidente ANGA, Cristiana Smurra, imprenditrice BioSmurra con la moderazione di Giorgio dell’Orefice, Il Sole 24 Ore.

L’indagine, svolta nei mesi durante il lockdown, è stata condotta dal Santa Chiara Lab – Università degli Studi di Siena con la partecipazione di Giovani di Confagricoltura – ANGAENEACommissariato Generale di Sezione dell’Italia per Expo 2020 Dubai e con il patrocinio di ASVIS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, nell’ambito del Progetto di ricerca denominato Fixing the Business of Food, svolto da SDSN Sustainable Development Solutions Network (SDSN)Columbia University, Fondazione Barilla Center for Food and NutritionSanta Chiara Lab dell’Università di Siena.

 

Condividi