PRIMA per la sostenibilità: Ponza PRIMA Med lancia il Manifesto Euro Mediterraneo per lo sviluppo sostenibile

pubblicato in: News | 0

Il Segretariato italiano di PRIMA, con il Prof Angelo Riccaboni, partecipa alla seconda edizione dell’evento internazionale Ponza PRIMA Med, realizzato in collaborazione con Unione per il MediterraneoRIDE – Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo, Anna Lindh Foundation e Prospettive Mediterranee, alla presenza anche dei rappresentanti della Commissione Europea, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, del Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale e del Ministero per gli Affari Europei.

L’evento, previsto a Ponza il 14 settembre, ospiterà una conferenza inter-istituzionale. La conferenza sarà l’occasione per il lancio di un Manifesto Euro-Med per lo sviluppo sostenibile, il cambiamento climatico e l’economia circolare. Temi, questi ultimi, sui quali PRIMA e il network SDSN-Med (http://www.sdsn-mediterranean.unisi.it/) sono in prima linea attraverso studi, formazione e il finanziamento alla ricerca e all’innovazione nei settori della gestione delle risorse idriche, dell’agricoltura sostenibile e delle filiere del cibo, sempre più decisive come fattori di sviluppo economico per la regione e di tutela della salute.

Durante l’evento verrà anche presentata una proposta progettuale per la riqualificazione e la valorizzazione del complesso architettonico della Villa delle Tortore a Ponza per la riqualificazione della Villa in centro di ricerca e formazione.

Angelo Riccaboni, Presidente della Fondazione PRIMA: “Per PRIMA collaborare con questa iniziativa significa confermare l’interesse verso la promozione della sostenibilità e dell’innovazione in maniera sistemica, integrata e multi-attoriale. La ricerca e l’innovazione restano gli strumenti imprescindibili per indurre le trasformazioni necessarie. A fianco a queste leve e in linea con la strategia europea “Farm to Fork”, le aziende del settore agroalimentare sono chiamate a ricoprire un ruolo di primo piano in questa fase di transizione post pandemia. In tale scenario, il network di PRIMA rappresenta un punto di riferimento nel facilitare le imprese all’adozione di innovazioni e buone pratiche capaci di attuare le trasformazioni necessarie verso sistemi agroalimentari sostenibili. Un importante contributo di analisi sarà offerto anche dal report a cura di SDSN Med, di prossima pubblicazione, che approfondirà l’andamento complessivo dei Paesi del Mediterraneo nell’attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite”.


Scarica qui il manifesto: https://eventiprimamed.altervista.org/wp-content/uploads/2020/09/comunicato_stampa_ponza_primamed_14-09_FINAL.pdf 

Info: www.ponzaprimamed.com

Condividi