BUONO! Il Buono! della dieta mediterranea e dell’agrifood italiano verso il Food Systems Summit

pubblicato in: News | 0

Storie italiane di agricoltura, territori e cibo sostenibili
24 e 25 giugno 2021

Dialogo indipendente in preparazione del Vertice sui sistemi alimentari

Evento organizzato da Maker Faire Rome, in collaborazione con il Santa Chiara Lab – Università di Siena 

 

con il supporto di 

Agro Camera e Rural Hack 

con la partecipazione di 

ASVIS, ARSIAL, Borghi Autentici, Commissariato per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, APRE

Patrocinato da 

Ministero Affari Esteri

Dal 24 al 25 giugno si terrà l’evento “Buono! Storie italiane di agricoltura, territori e cibo sostenibili”, dedicato a valorizzare i protagonisti del mondo delle imprese, della produzione, dell’alimentazione, del consumo di cibo e la cultura che gli si muove intorno, puntando ad affermare il valore della sostenibilità come dimensione imprescindibile per il benessere sociale, culturale, ambientale ed economico (https://buono.makerfairerome.eu/).

L’iniziativa è organizzata da Maker Faire Rome in collaborazione con Santa Chiara Lab – Università di Siena, con il supporto di Rural Hack e Agro Camera, con la partecipazione di Asvis, Arsial, Borghi Autentici, Commissariato per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, Apre, il supporto della Regione Lazio e il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri. 

All’evento hanno assicurato la loro partecipazione il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale (MAECI), Luigi Di Maio il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli e il Ministro per le Politiche Giovanili, Fabiana Dadone.

Buono! è un “Dialogo indipendente verso il Food Systems Summit delle Nazioni Unite 2021”: un evento di avvicinamento al pre-vertice ONU sui Sistemi Alimentari del 2021 che si terrà a Roma (19- 21 luglio) e al Food System Summit (in programma a settembre a New York), che pone una particolare attenzione al contributo che le imprese possono fornire per promuovere sistemi agroalimentari più giusti, sani e attenti all’ambiente. Ed infatti, proprio in apertura di Buono!, il 25 giugno, verrà illustrato, alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio, il documento “Esperienze e impegni delle imprese italiane in vista del Food System Summit” redatto – nell’ambito del Tavolo MAECI sulle Filiere alimentari-Verso il vertice dei Sistemi alimentari 2021 guidato dall’Ambasciatore Giorgio Marrapodi – da un gruppo di lavoro costituito dai rappresentanti delle associazioni di categoria delle imprese del settore agroalimentare e coordinato dal Prof. Angelo Riccaboni, Presidente del Santa Chiara Lab – Università di Siena.

Il programma prevede dirette e collegamenti in live streaming (https://buono.makerfairerome.eu/live-streaming) da tutta Italia, oltre 50 appuntamenti, più di 100 ospiti di livello internazionale, 14 panel tematici. 

Buono! è un viaggio tra le esperienze imprenditoriali e sociali più interessanti del mondo dell’agrifood del nostro Paese: il quadro che ne deriva è quello di un modello che, pur con le sue criticità, può offrire al dibattito globale riferimenti utili a fronteggiare le questioni ambientali, sociali ed economiche che i vari sistemi agroalimentari si trovano ad affrontare.

In particolare verranno illustrate esperienze con riferimento alle tematiche quali: la responsabilità sociale e ambientale delle imprese per produrre un cibo sempre più sostenibile e in linea con le indicazioni dell’Agenda 2030; la Dieta mediterranea e la cultura del cibo; i progetti per alleviare la povertà alimentare e per garantire a tutti l’accesso al cibo; le catene del valore corte, le positive relazioni tra tutti gli attori della filiera e l’importanza strategica dei territori.

Tra i tanti relatori e protagonisti di Buono! merita una citazione Jeffrey Sachs, economista, Presidente del Sustainable Development Solutions Network (SDSN) e Direttore del Center for Sustainable Development alla Columbia University, che interverrà la mattina del 25 giugno nel panel “Il futuro sostenibile dell’Agrifood italiano a Expo 2020 Dubai”, preceduto dalla sessione “Le sfide dell’agrifood sostenibile per il Food Systems Summit” in cui interverranno Vincenza Lomonaco, Rappresentante Permanente della Repubblica Italiana presso le Organizzazioni Internazionali delle Nazioni Unite e Maurizio Martina, Vice direttore FAO.

Il 2021 – spiega Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma – è l’anno della svolta verso la sostenibilità. Ce lo impone la transizione verde e ce lo chiedono le nuove generazioni. L’emergenza sanitaria ha messo in evidenza la stretta connessione esistente tra salute, alimentazione e ambiente e ha reso chiara a tutti la necessità di assicurare che le produzioni alimentari siano il frutto di processi innovativi e sostenibili. La pandemia ci ha insegnato quanto il cibo è essenziale per la salute e ha accresciuto la consapevolezza sull’importanza di costruire, a livello globale, sistemi alimentari sostenibili e stili di vita salutari. E’ evidente che, in questo processo, l’Italia potrà avere un ruolo da protagonista, e così Roma. Non è un caso che il pre-vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari del 2021 si terrà proprio nella Capitale, dal 19 al 21 luglio prossimi. Per questo – conclude Tagliavanti – sono particolarmente orgoglioso che un evento importante come “Buono!” sia stato organizzato dalla Camera di Commercio, attraverso Maker Faire Rome, insieme ad altri prestigiosi partner, su temi strategici e vitali per tutti noi, ma soprattutto per le generazioni future”.

Il sistema Agrifood italiano del futuro – afferma il prof. Angelo Riccaboni, Presidente del Santa Chiara Lab – Università di Siena e Presidente della Fondazione PRIMA – Barcellona – dovrà affrontare le questioni della sostenibilità basandosi sulla forza delle esperienze consolidate e l’adozione di innovazioni tecnologiche, organizzative e sociali. L’Italia può candidarsi ad un ruolo di primo piano nel dibattito internazionale sui sistemi agroalimentari sostenibili, in particolare nel prossimo Food Systems Summit delle Nazioni Unite. Con Buono! intendiamo portare all’attenzione generale le molteplici esperienze positive delle aziende italiane ed evidenziare alcuni impegni concreti per promuovere ulteriormente la sostenibilità del nostro sistema agrifood come modello di riferimento per far fronte alle sfide ambientali, sociali ed economiche che riguardano non solo l’Italia ma anche la comunità internazionale”.

Buono! si terrà in forma ibrida con la partecipazione di alcuni ospiti in presenza e altri da remoto, con dirette e collegamenti da tutta Italia, ospiti speciali e numerose iniziative.

Per maggiori informazioni su Buono! e per visionare il ricco calendario di appuntamenti in programma consultare il sito internet: https://buono.makerfairerome.eu/.

Buono! è anche formazione: a tutti coloro che seguiranno l’evento e che ne faranno richiesta, sarà rilasciato un Open Badge dell’Università di Siena (per maggiori dettagli, https://buono.makerfairerome.eu/open-badge). L’Open Badge è una nuova metodologia di certificazione internazionale delle competenze che chiunque (studenti, cittadini, imprenditori, professionisti…) può inserire nel proprio curriculum, per valorizzare le competenze trasversali e le conoscenze acquisite.

Per maggiori informazioni su Buono! e per visionare il ricco calendario di appuntamenti in programma è possibile consultare il sito internet: 

https://buono.makerfairerome.eu/

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito web Buono!.

 

Per seguire l’evento sui social: #BuonoSostenibile

Condividi